La storia di Andrea. Disobbediente per vocazione.

di Maria Pia Fontana Sono trascorsi all’incirca quarantacinque anni da quando Claudio Lolli in una canzone dedicata alla “vecchia e piccola” Borghesia stretta ai denari suoi (…) tratteggiava con amara perspicacia e con la precisione di un’analisi sociologica il profilo di una classe sociale in grado di amare ordine e disciplina e di adorare la “sua” polizia…

Il codice materno del potere, nella vita pubblica e nei sistemi di lavoro

di Maria Pia Fontana   Il testo di Ugo Morelli e Luca Mori, Il codice materno del potere. Autorità, partecipazione e democrazia (Edizioni ETS, 2013) arricchito dalla prefazione di Alfonso Maurizio Iacono e dalla postfazione di Carla Weber, presenta vari pregi. Innanzitutto affronta un tema originale e quanto mai attuale in un momento storico in…

Narcisismo social e gli specchi neri della contemporaneità

di Maria Pia Fontana   Un destino beffardo segna il mito di Narciso. Più diventa attuale, per la progressiva generalizzazione dell’identità narcisistica, e più resta inascoltato ed incompreso nel suo significato profondo. Come ci racconta Ovidio, mentre la ninfa Eco si strugge nel suo amore non corrisposto verso Narciso, quest’ultimo, chiuso nel culto ossessivo della…

Noi umani, fatti di carne, ossa e significati

di Maria Pia Fontana   La questione del senso da attribuire alla vita e ai suoi accadimenti è la questione nodale dell’esistenza. Come sostiene Marco Guzzi[1] “l’uomo è l’unico essere per il quale l’essere ha bisogno di avere un senso”. Ne deriva che siamo dei folli cercatori di senso all’interno di un universo che si…

Le Rane di Aristofane e il ruolo politico dell’arte

di Maria Pia Fontana Le Rane di Aristofane (405 a.C.) in scena quest’anno al teatro greco di Siracusa con l’abile regia di Giorgio Barberio Corsetti, rappresenta un’efficace metafora della crisi politico-sociale in cui, nello generale decadimento della morale pubblica, si prevede solo una possibile redenzione: il recupero del patrimonio di valori della tradizione grazie all’arte….

Migranti, la sfida dell’incontro

di Maria Pia Fontana   Ha l’occhio pigro Samuele, il ragazzino di 12 anni che Gianfranco Rosi inserisce nel cast di Fuocoammare (2016). Il film, vincitore dell’Orso d’Oro al Festival di Berlino 2016, racconta, attraverso una struttura “a mosaico”, le storie di sconforto e di speranza di tanti migranti che sbarcano a Lampedusa, accostandole alla…